Intervista AfricaLa Collina degli Elfi, non ci stancheremo mai di dirlo, è un luogo unico e magico, costruito e mantenuto vivo grazie all’impegno gratuito di moltissimi volontari. Un progetto innovativo e ambizioso, venuto alla luce una decina di anni fa dalla concretizzazione di quelli che prima erano soltanto sogni. Bambini a cui l’infanzia è stata negata dalla malattia che ritornano a giocare insieme, che imparano il rispetto per gli altri e per la natura grazie all’immersione completa in essa, al contatto con gli animali, al vivere quest’esperienza con la propria famiglia. Era un sogno piccolo, che è cresciuto con il tempo perché è diventato un sogno condiviso, fino a diventare l’obiettivo di tutti gli amici che in Collina hanno creduto. È solo grazie al lavoro di questi instancabili volontari e al coraggio dei sostenitori che oggi tutto ciò è diventato realtà, grazie alla capacità di guardare lontano, insieme.

Ma la Collina degli Elfi, fortunatamente, non è l’unico luogo dove il volontariato riesce a dare vita a piccole rivoluzioni quotidiane, a dare un segnale concreto d’aiuto e di servizio verso il prossimo, verso chi è in difficoltà. Moltissime sono le realtà che sul nostro territorio operano gratuitamente per gli altri, formate da volontari che condividono una missione, un disegno comune di futuro. Essi sono il motore della società, impegnano tempo ed energie ma regalano sorrisi e gioie gratuite, ma sempre ottenendo un po’ di più di quel che si è dato. Qui sta la bellezza del donare.

Negli anni la Collina ha creato con queste associazioni varie collaborazioni, tra cui alcune durature, che permettono ad entrambe le parti di poter far fruttare il rapporto speciale che si viene a creare. Molti eventi creati in partnership hanno permesso di raggiungere anche chi solitamente è più distante da alcune realtà, permettendo una conoscenza più profonda e personale.

Una tra queste collaborazioni è nata in tempi relativamente recenti, ma si sta mostrando solida e positiva: è quella con l’associazione Mama Africa, di San Damiano d’Asti. Un gruppo di ragazze e ragazzi che ha deciso con il proprio impegno di dare un aiuto concreto a chi davvero ne ha bisogno, in paesi che sembrano lontani ma che così lontani non sono.

L’amicizia tra le nostre due associazioni, nonostante la diversità di scopi, è subito divenuta forte e fruttuosa. Durante il weekend dello scorso dicembre in cui abbiamo ospitato nuovamente alcune famiglie che già avevano soggiornato da noi nel periodo estivo, in un progetto pilota finalizzato alla creazione di una maggiore continuità tra Collina e famiglie, Mama Africa si è resa disponibile, cucinando per i nostri ospiti.

Qui è nata l’idea di creare un evento comune, che potesse far incontrare le nostre due realtà e farle crescere. Abbiamo così organizzato una cena a Craviano, frazione di Govone, a base di una specialità tipica senegalese che i ragazzi di Mama Africa hanno imparato a cucinare durante uno dei loro viaggi, lo Yassa Poulet. Grande è stata la partecipazione, e anche la gioia e la sinergia createsi.

Con grande piacere saremo a fianco dei nostri amici domenica 1° settembre, a San Damiano d’Asti, in occasione della terza edizione della Corrincollina, manifestazione sportiva podistica che coinvolge un numero sempre maggiore di appassionati e curiosi. L’evento prevede due diversi tracciati, uno di 20km e uno non competitivo di 10,6km e fa della solidarietà il suo obiettivo principale. Per questo motivo i volontari della Collina degli Elfi saranno presenti, insieme a molte altre associazioni del territorio, ad affiancare Mama Africa, a ricordare come il volontariato sia la forza di una società che può diventare comunità, e come la solidarietà non conosca confini.