“Siamo tutti diversi e nella diversità ci dobbiamo confrontare ogni giorno, perché ognuno di noi è davvero unico e speciale”.

5Questo è stato il filo conduttore che La Collina degli Elfi ha proposto ed elaborato quest’anno insieme alle scuole dei comuni di Castagnito, Castellinaldo, Govone, Magliano e Priocca e che ha visto coinvolti circa 400 bambini di età compresa tra i 4 e i 9 anni.

Ma chi meglio di Elmer, il burlone elefantino multicolore membro di una comunità di soli elefanti grigi e protagonista di una bellissima e intensa fiaba di David McKee, poteva affascinare e far comprendere ai bambini la bellezza della diversità come unicità di ciascuno?

La lettura della fiaba ha fatto da sfondo alla realizzazione di incontri di conoscenza, all’interno delle scuole, in cui i bambini hanno potuto apprendere l’identità della Collina e confrontarsi con la realizzazione di un disegno o un elaborato scritto sul tema “Avete mai incontrato una persona o un animale in difficoltà? E come vi siete comportati?“.

Da qui è poi scaturita la giornata – tipo dove i bambini, ospiti nella magica cornice della Collina degli Elfi, hanno potuto dare libero sfogo – attraverso giochi di abilità, mimo e destrezza – alle loro unicità. Ma sempre confrontandosi con gli altri, in una gara priva di competizione e densa di contenuti solidali.5b

Inoltre dalle loro mani e dalla condivisione sono nati dei veri piccoli capolavori artistici: opere uniche per più patchwork di Elmer realizzati con materiali diversi (colori, ritagli di stoffa e giornali) e che, certamente, potete ora ritrovare appesi alle pareti delle loro classi.

Ma anche Pioggia e Dardo, i due cavalli “storici” della Collina, sono stati protagonisti di queste intense giornate; guidati sapientemente dai nostri Volontari, hanno particolarmente apprezzato le innumerevoli carezze di piccole mani delicate.

Elmer ci ha fatto divertire o, almeno, sorridere?

Sìììììì!” … è stato l’urlo finale dei bambini, delle maestre e dei Volontari. E l’urlo lo conserveremo nei nostri cuori, perché questa è la festa che Elmer avrebbe voluto e che ogni anno sceglie di festeggiare con i suoi amici.

Diversi ma uguali, appunto…

Arrivederci al prossimo anno!