Vivere unaparrucchiere settimana a La Collina degli Elfi è un’esperienza forte, entusiasmante e totale. Richiede impegno e coinvolgimento attivo sia da parte dei volontari sia, soprattutto, da parte delle famiglie, che si trovano catapultate in un ambiente sconosciuto, brulicante di volti amici e di sorrisi, ma che a primo impatto può creare tentennamenti.

La Collina è un’esperienza forte perché condensa in pochi giorni moltissime attività diverse, spesso intervallate soltanto da una pausa caffè all’ombra di un fico, subito seguita da proposte tra le più varie. Il ruolo dei volontari risulta perciò fondamentale perché, gestendo da dietro le quinte l’organizzazione della giornata, permettono agli ospiti di vivere in serenità il programma. Fortunatamente però ad accompagnare i volontari in questo compito si affianca una squadra altrettanto affiatata e preparata, che rende tutto agevole e piacevole: i professionisti.

È una realtà estremamente variegata al suo interno, racchiude infatti persone delle occupazioni più diverse, ma che hanno ad accomunarli la volontà di regalare tempo ed energie alle famiglie ospiti, offrendo loro gratuitamente la propria professionalità. Parliamo di terapeuti, massaggiatori, parrucchieri e tante altre figure che offrono le proprie competenze, è importante sottolinearlo, gratuitamente. La loro presenza è per noi fondamentale, perché anche se a volte viene dimenticato, la Collina degli Elfi è innanzitutto un centro terapeutico riconosciuto ed efficace.

Tra questi professionisti, occupano un momento importante della settimana le parrucchiere. Il momento della messa in piega infatti è strategicamente posizionato il lunedì, quando la permanenza in Collina è appena iniziata e tutte le preoccupazioni sono ancora forti. Alle mamme è così concessa un’occasione per rilassarsi, lasciarsi coccolare e rivedersi belle, sentirsi di nuovo donne e non soltanto mamme, e poter così caricare le pile per la settimana. Abbiamo pensato di farvi conoscere tre delle nostre pettinatrici, e abbiamo chiesto loro di raccontarci la loro esperienza in Collina, che cosa le muove a donarsi per queste clienti particolari. Lasciamo così la parola a Adele, Michela e Ornella!

Adele: Sono stata la prima pettinatrice ad iniziare quest’avventura, trascinata da mio figlio Pietro, volontario della Collina. All’inizio era tutto nuovo, ogni lunedì ero presente e i primi tempi la postazione non era delle migliori. Ora siamo un bel numero che ci permette di ruotare su turni, e anche gli spazi sono migliorati notevolmente!
Mi piace fare questo servizio perché ogni mamma è diversa, c’è chi parla e condivide molto, chi rimane in silenzio, addirittura chi non parla la nostra lingua, ma ogni volta è molto quello che mi lasciano. In questi anni mi hanno insegnato ad apprezzare di più quello che ho, per questo continuo a farlo, è una bella esperienza.

Michela: Ho conosciuto il progetto della Collina attraverso alcune mie clienti che sono anche volontarie, e mi sono subito interessata. Mi fa piacere poter donare mezz’ora di gioia e di benessere a chi magari per anni non ha avuto la possibilità di fare anche solo una piega. Mi fa stare bene perché capisco quello che hanno dovuto affrontare, e vedere la gratitudine nei loro occhi, osservarle mentre si vedono belle ha un significato tutto diverso dalle “paturnie”, quei piccoli ed insignificanti drammi quotidiani che alle volte ci si sente raccontare facendo questo lavoro.

Ornella: Credo che sia impossibile rimanere indifferenti quando si viene a conoscenza della Collina degli Elfi, purtroppo è una condizione che può succedere a tutti e credo che per questo sia molto importante essere vicini a chi è in difficoltà. Inoltre è una grande soddisfazione per me, vedere la loro contentezza riempie il cuore di gioia. È un’esperienza davvero bella, ogni volta torno volentieri in Collina.

Grazie Adele, grazie Michela, grazie Ornella e grazie a tutti gli altri parrucchieri per quello che fate per le nostre ospiti. Speriamo che la vostra testimonianza possa accendere il cuore di parrucchiere, estetiste e altri professionisti e decidano di dedicare e donare un po’ del proprio tempo e della propria cura a queste mamme straordinarie, che tante ne hanno passate, e per cui un taglio vale molto.